Scuola estiva "S. Brusco": nuova agricoltura e sviluppo locale
Scuola estiva "S. Brusco": nuova agricoltura e sviluppo locale

Per l’ottavo anno consecutivo, dal 18 al 23 luglio 2013, avrà luogo a Seneghe la Scuola estiva di Sviluppo locale intitolata a Sebastiano Brusco. Questa edizione affronta il tema “Nuova agricoltura e sviluppo locale”. Segue …

 
   

La Scuola di Sviluppo locale “Sebastiano Brusco” è emanazione congiunta del Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni dell’Università di Cagliari che organizza, del Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economiche e Sociali (Istituto di Ricerca Sociale) dell’Università del Piemonte Orientale, del Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, del Laboratorio di Economia Locale dell’Università Cattolica di Piacenza e del Centro Studi di Sviluppo Rurale dell’Università della Calabria. Collaborano alla realizzazione il Comune di Seneghe, il Dipartimento Interateneo Territorio dell’Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino, l’IRES Piemonte, con il patrocinio della Fondazione Banco di Sardegna, dell’Associazione Italiana di Scienze Regionali e dell’AIS Sezione Sociologia del Territorio.

L’edizione del 2013 della Scuola Estiva verterà su temi quali: la nuova agricoltura e l’impresa contadina in periodo di globalizzazione, l’analisi degli effetti di “compressione” dei processi di produzione agroalimentari, le forme di resistenza in atto a livello locale nel quadro della globalizzazione, le politiche agricole tra coesione e competitività, l’innovazione e la ricerca, le nuove tecnologie e reti a supporto delle aziende e dei prodotti, la conoscenza e la valorizzazione dei saperi e dei prodotti locali, la circolazione di informazioni tra produttori,  le reti nell’agroalimentare, la filiera corta, l’agricoltura sociale e i nuovi modelli di produzione e sostenibilità. Si tratta di questioni che, nel loro insieme, richiamano la rilevanza di beni e risorse comuni e della ricerca di un equilibrio tra attività agricola, ambiente e sviluppo locale e globale.  

La Scuola si pone l’obiettivo di una maggiore diffusione della conoscenza delle politiche e delle questioni che caratterizzano lo sviluppo rurale, sia con riguardo a tematiche oggi centrali quali il greening delle aree rurali che rispetto alle previsioni delle nuove politiche di sviluppo previste per il settennio 2014-2020.

La Scuola si conferma, viste le adesioni pervenute, un’esperienza di rilievo nel panorama nazionale e internazionale, non soltanto in quanto punto di riferimento sul versante accademico e della ricerca, ma anche quale vetrina delle migliori pratiche di sviluppo territoriale.

A tal proposito, l’edizione del 2013 avrà tra i suoi relatori alcuni degli studiosi più accreditati nel dibattito internazionale sul tema nuova agricoltura, tra cui Jan Douwe Van der Ploeg nel ruolo di keynote speaker, il quale svolge un ruolo attivo nella definizione delle future politiche agricole, ricoprendo un ruolo primario all’interno dello staff di consulenti incaricato di redigere il PSR europeo della futura programmazione.

La Scuola si articola in due momenti:

il primo, della durata di tre giorni, si svolge sotto forma di lezioni frontali e definisce il quadro tematico generale. È un convegno aperto al pubblico, al fine anche di garantire una partecipazione quanto più ampia possibile degli operatori del territorio

il secondo si svolge sotto forma di Laboratorio. Dura sempre tre giorni e si caratterizza come Scuola di Alta Formazione Professionale riservata agli iscritti. All’analisi approfondita di casi specifici nazionali si affiancano Laboratori tematici congruenti.

Come si può dedurre dal programma e dai soggetti coinvolti (vedi allegato), non ha un carattere esclusivamente accademico, ma intende aprirsi ai soggetti che nel territorio svolgono funzioni primarie relativamente al tema dell’implementazione delle politiche di sviluppo rurale.

L’iniziativa, che prevede la presenza continuativa dei docenti ed esperti per un’intera settimana, si presenta di fatto come un corso di formazione intensiva di circa 48 ore, che si rivolge non solo agli studenti, ma in particolare alle aziende, agli operatori territoriali dello sviluppo, dirigenti e funzionari di Regione, Enti regionali, Province e Comuni, operatori di sviluppo locale dei Gal, delle Camere di Commercio. L’obiettivo è valorizzare le ricerche condotte e le competenze maturate, mettendo i risultati a disposizione dell’intero sistema socio-economico e territoriale regionale.

Programma in allegato.

Per maggiori informazioni:

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Silvia Podda – Emanuela Porru -Ester Cois – Domenica Farinella
Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni
Viale Sant’Ignazio da Laconi, 78 -09123 Cagliari
070 -6753750
e-mail: scuolaestiva@tiscali.it
www.scuolasviluppolocale.it
www.facebook.com/ScuolaSviluppoLocale

Condividi sui Social Network
'