“Resto al Sud”: domande dal 15 gennaio 2018
“Resto al Sud”: domande dal 15 gennaio 2018

A partire dal 15 Gennaio sarà possibile presentare le domande a Invitalia per gli incentivi “Resto al Sud”.

Il Decreto Legge 91 -2017 convertito nella Legge 123/2017, ha previsto un nuovo regime di aiuto denominato Resto al Sud, misura che sarà gestita da Invitalia, ed è finalizzata a incentivare i giovani all’avvio di attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno.

BENEFICIARI: imprenditori under 35 residenti o non residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, che abbiano già avviato o intendono avviare un’impresa nelle suddette regioni. Se non residenti, dovranno trasferire la loro residenza entro 60/120 giorni dalla comunicazione di ammissione alla agevolazione. Non devono risultare beneficiari (nell’ultimo triennio) di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità.

SETTORI AMMESSI: Industria, costruzioni, audiovisivo, servizi, ICT, trasporti, energia, sanità cultura, farmaceutico e alimentare.

SETTORI ESCLUSI: attività professionali e commercio.

CONTRIBUTO: l’incentivo prevede un finanziamento fino ad un massimo di 50 mila euro per ciascun richiedente, con una quota a fondo perduto del 35 per cento e il restante 65 attraverso un prestito a tasso zero da restituire in 8 anni.
Per le società Cooperative, l’importo massimo del finanziamento erogabile è pari a 50 mila euro per ciascun socio, fino ad un massimo complessivo di 200.000 Euro.

Le risorse disponibili sono pari a un miliardo e 250 milioni di Euro.

DOMANDE: Dal 15 Gennaio 2018. La domanda si presenta esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia accedendo al sito www.invitalia.it. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo.

Condividi sui Social Network
'