Firmato Accordo 2013 per ammortizzatori sociali
Firmato Accordo 2013 per ammortizzatori sociali

Firmato l’Accordo istituzionale per la prima concessione e la proroga degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013. In allegato

"Sono soddisfatto per l’intesa raggiunta con sindacati e parti sociali sui contenuti dell’Accordo 2013: il nuovo testo lascia poco spazio alle interpretazioni e si configura come un atto molto importante visto il periodo di forte crisi che stiamo affrontando." Lo ha detto l’assessore del Lavoro, Antonello Liori, dopo la firma sull’Accordo istituzionale per la prima concessione e la proroga degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013". "Quest’anno è stato sottoscritto con qualche giorno di ritardo rispetto al 2012 perché abbiamo voluto attendere le direttive governative sugli ammortizzatori sociali – ha aggiunto Liori – La copertura che lo Stato prevede per la Sardegna è di appena 86 milioni di euro e siamo consapevoli che sia una somma insufficiente al fabbisogno della nostra Isola. Era, comunque, fondamentale approvare l’Accordo per dare un’immediata risposta alle migliaia di famiglie che vivono grazie agli ammortizzatori sociali, garantendo loro almeno sei mesi di copertura. Ovviamente, sarà dovere della politica sollecitare il nuovo Governo per un adeguamento dello stanziamento, al cospetto di una situazione che vede il bisogno aumentare e le somme statali diminuire. Uno scenario drammatico che come amministratore pubblico mi preoccupa e mi induce a maggior impegno nell’individuare soluzioni." "Non dobbiamo, inoltre, dimenticare che il Governo Monti ha negato, nonostante le ripetute rassicurazioni del Ministro Fornero e l’accordo siglato a Roma, i 40 milioni di euro necessari per completare il 2012, penalizzando circa 5.000 famiglie di lavoratori in cassa integrazione e mobilità – ha concluso Liori – Anche questa ennesima penalizzazione nei confronti della Sardegna merita una forte rivendicazione per il rispetto degli accordi."

(Regione Sardegna)

Il 10 gennaio, in una seduta lampo durata circa 30 minuti, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimita’ la leggina che stanzia 30 milioni di euro per assicurare il pagamento degli ammortizzatori sociali, per circa cinquemila lavoratori che usufruiscono dei sussidi per la Cig e mobilita’ in deroga. Questo stanziamento, previsto nella legge presentata da Sel, Udc e Idv, potra’ essere utilizzato al di fuori dell’esercizio provvisorio a titolo di anticipazione delle somme destinate dallo Stato.

(Ansa)

Condividi sui Social Network
'